Feb 26, 2020 Last Updated 1:40 PM, Oct 11, 2019

IL CINEMA ASTRATTO

Visite: 4902 volte

IL CINEMA ASTRATTO

Il cinema astratto, definito "assoluto" negli anni Venti dal critico e teorico Rudolf Kurtz fu all'inizio un'isola di modesta superficie, quasi sempre espressione diretta delle Avanguardie Storiche. Era infatti realizzato da pittori che facevano parte dell'Avanguardia e che utilizzavano, in modo artigianale, procedimenti tecnico-linguistici che rifiutavano la riproduzione del mondo fenomenico e privilegiavano la luce come mezzo d'individuazione delle forme, in una dimensione temporale di cui il quadro era privo. E fu all'inizio degli anni Venti che artisti visivi come Léger e Picabia in Francia, Eggeling, Richter e Ruttmann in Germania, iniziarono a realizzare i loro film astratti. Di Americo Sbardella (ascolta intervista)

Per un'agevole e interattiva lettura del testo di Sbardella, invitiamo a cercare e visionare su youtube i film e i corti citati nel testo.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (IL CINEMA ASTRATTO_AMERICO SBARDELLA.pdf)IL CINEMA ASTRATTO_AMERICO SBARDELLA.pdfLa storia del cinema astratto dalle origini agli ultimi sviluppi hollywoodiani. Di Americo Sbardella169 kB
 
 

Acquista on line

Alle origini di «Quarto potere». «Too much Johnson»: il film perduto di Orson Welles
alle origini di quarto potere
"Olympia" (con DVD) di Massimiliano Studer

Olympia

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando il sito web Formacinema, accetti l'utilizzo dei cookies. Cookie Policy