Feb 26, 2020 Last Updated 1:40 PM, Oct 11, 2019

STALKER E LA SINGOLARITÀ

Visite: 2869 volte

STALKER E LA SINGOLARITÀ

Andrey Tarkovskij, in Stalker (1979), gioca la carta del misticismo. Nella “Zona”, circondata da un’impenetrabile cortina armata, si incontra il Mistero. Il tempo e lo spazio sono distorti, la via più breve per la Stanza non è la linea retta, ma un percorso tortuoso pieno di trappole, che solo lo stalker riesce ad evitare. La Stanza  ha il potere di realizzare qualunque desiderio di chi la raggiunge, ma pochi riescono a ritornare indietro per goderne, perché la Stanza favorisce solo chi è puro di cuore e veramente infelice. Di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (STALKER E LA SINGOLARITÀ_CARLO JACOB.pdf)STALKER E LA SINGOLARITÀ_CARLO JACOB.pdfIl capolavoro di Tarkovskij, Stalker, attraverso le lenti della matematica. Di Carlo Jacob308 kB
 
 

Acquista on line

Alle origini di «Quarto potere». «Too much Johnson»: il film perduto di Orson Welles
alle origini di quarto potere
"Olympia" (con DVD) di Massimiliano Studer

Olympia

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando il sito web Formacinema, accetti l'utilizzo dei cookies. Cookie Policy